Pievi Sonore

Siamo lieti di prendere a parte a questo evento promosso dagli Amici della Biblioteca Malatestiana. Qui di seguito il comunicato di Cesena Today:

Musica, storia, cultura si fondono, ancora una volta, in una iniziativa dell’Associazione Amici della Biblioteca Malatestiana che ha avuto il suo debutto l’anno passato nella Pieve di Tipano. Si tratta di “Pievi Sonore”, rassegna di musica antica tratta dagli spartiti musicali custoditi nella Biblioteca Malatestiana ed eseguita nelle antiche chiese cesenati. Anche per questa iniziativa, infatti, l’Associazione tiene saldo il timone sulla promozione della nostra preziosa biblioteca e dei suoi tanti tesori. Quest’anno il “teatro” della rassegna è la storica pieve di San Vittore e le voci che eseguiranno i brani sono quelle del Gruppo Vocale MusiCaesena diretto da Silvia Biasini.

Come da programma, Franco Dell’Amore, storico della musica (noto per la sua poderosa “storia della musica a Cesena” e per l’approfondimento della conoscenza di artisti cesenati che hanno lasciato una traccia nel mondo musicale italiano e non solo) illustrerà gli autori e i brani in esecuzione; Giordano Conti, presidente dell’Associazione Amici della Biblioteca Malatestiana e studioso del territorio, illustrerà la storia millenaria (risale al 919) della Pieve di San Vittore in Valle retta oggi da don Enzo Vitali e situata al centro di una comunità che è andata allargandosi negli anni.

Il coro di Silvia Biasini eseguirà musiche di Ludovico Grossi da Viadana, Orlando di Lasso, Claudio Monteverdi e Giovanni Ceresini. La curiosità si appunta soprattutto su quest’ultimo, non tanto per la qualità della musica (di notevole livello tutte le scelte operate dal coro) ma perché si tratta di un cesenate vissuto tra il 1584 e il 1659.  Ceresini, pur essendo membro dell’Ordine dei canonici regolari lateranensi di S. Croce, fu autore di gradevolissimi madrigali. Secondo i documenti,  nel 1632 chiese la carica di maestro di cappella presso il duomo di Cesena, richiesta che non venne accolta e così il 1659, probabile anno della morte, lo ritrova ancora presso il duomo di Ferrara. È noto inoltre che fece parte anche dell’Accademia degli Eterei di Cesena”.

Elementi di interesse riserva anche la storia dell’antica pieve di San Vittore in Valle la cui storia affonda le radici agli anni immediatamente antecedenti all’anno Mille. Numerosi i documenti antichi che descrivono la pieve e gli affreschi che decoravano l’interno. Soprattutto viene menzionato un grande affresco absidale e quelli lungo la navata, con la rappresentazione di processioni di santi. Oggi è ancora visibile un prezioso frammento, staccato e posto a sinistra rispetto all’entrata.

Voci in Maschera – 2° edizione

Domenica 11 febbraio 2018 ore 17, chiude i battenti la sesta edizione della stagione Suoni e Colori, Policromie corali e lo fa come di consueto con una mascherata di Carnevale.  Location d’eccezione sarà l’affascinante Aula Magna della Biblioteca Malatestiana di Cesena, un luogo prestigioso e ricco di storia, patrimonio dell’UNESCO, prima biblioteca civica d’Italia e d’Europa ad offrire il palco per il brillante, divertente e ricco concerto polifonico Voci in Maschera.

Un canovaccio inedito sarà il filo conduttore del concerto dove si avvicenderanno tre formazioni corali: Gamma Chorus (dir. Luca Buzzavi), Gruppo Vocale MusiCaesena (dir. Silvia Biasini) e Ensemble Discàntica (dir. Michael Guastalla). Così si alterneranno sulla scena composizioni, scherzi, danze tra Rinascimento e Barocco garantendo a tutti un’ora di spasso senza rinunciare a qualità e densità esecutive.

I cori saranno accompagnati dagli strumentisti Chiara Cattani al clavicembalo e Francesco Bonfà alla chitarra classica, mentre gli interventi recitati saranno affidati alle voci di Chiara Benazzi, Michele Caldora e Adriano Garosi.

Il concerto sarà eseguito in anteprima presso il suggestivo Teatro all’Antica di Sabbioneta (MN), Giovedì Grasso 8 febbraio alle ore 21.

Cum dolore langueo – 28 gennaio 2018

Il quarto appuntamento della Stagione Suoni e Colori – VI edizione dedicata alle policromie corali è incentrato sulla figura di Antonio Caldara considerato uno dei massimi esponenti della scuola veneziana stimato da Bach e Telemann. Cum dolore langueo è il titolo del concerto organizzato da Accademia MusiCaesena in collaborazione con Armonie Bizantine, domenica 28 gennaio nella Chiesa di San Domenico ore 16.

In programma la Missa Dolorosa di Antonio Caldara per coro, 4 soli, archi e fagotto. La produzione sacra di Caldara si distingue per una compiuta sintesi stilistica tra rigore contrappuntistico e gusto melodico di matrice italiana. Questa Messa nello specifico riunisce diversi stili in una perfetta alternanza di movimenti fugati, frammenti omoritmici e grandi episodi ritmici; per il pubblico sarà una continua ascesa energetica e una occasione di ascolto di questo capolavoro ricco di espressività tutt’altro che doloroso.

Nelle edizioni precedenti della Rassegna, la direzione artistica ha sempre creduto molto nelle collaborazioni con altre realtà corali come è successo in occasione del Requiem, della Messa dell’Incoronazione di Mozart, Gloria di Vivaldi, Messa in Sol di Schubert. Questo concerto segna la nascita di una nuova empatia tra l’Accademia MusiCaesena e l’Accademia corale Teleion che comprende al suo interno il Gamma Chorus di Poggio Rusco (MN).

Questa compagine corale formata dai due cori in collaborazione con l’Ensemble Armonie Bizantine, sarà protagonista dell’esecuzione insieme ai quattro solisti: soprano Silvia Vajente, mezzosoprano Daniela Pini, tenore Simone Cucchiarini, baritono Gianandrea Navacchia.

L’accompagnamento strumentale è affidato al gruppo Faventia Ensemble guidato da Roberto Noferini e Chiara Cattani.

Gloria! Alleluia! – 8 dicembre 2017

Dopo il grande consenso registrato nei primi due eventi della VI edizione di Suoni e Colori (In nomine Domini del 15/10 e Con un fil di voce del 5/11), siamo pronti per lanciare il prossimo concerto: Gloria! Alleluia!

In questo evento saranno condotti dal direttore artistico della stagione, Silvia Biasini, il Coro polifonico MusiCaesena, in collaborazione con Ensemble Armonie Bizantine, il Coro di voci bianche InCoro, formato dalle classi quinte della Scuola Primaria M. Moretti, e Massimo Navarra all’organo. Ospite del concerto, inserito negli eventi del World Choral Day, sarà il Coro Ad Novas, accompagnato da Fabrizio Di Muro al pianoforte e diretto dal maestro Monica Poletti.

In programma alcuni tra i più noti brani della tradizione natalizia e della letteratura corale: non potete mancare!

In nomine Domini – 15 ottobre 2017

Presentiamo il primo appuntamento della sesta edizione di Suoni e Colori, il concerto per coro e organo In nomine Domini. Riportiamo il manifesto relativo al primo evento e l’articolo di presentazione dell’intera rassegna pubblicato su Corriere Romagna.

Suoni e Colori: Policromie corali

È giunta alla VI edizione, la Stagione musicale Suoni e Colori. Dopo il grande successo delle cinque edizioni precedenti la direttrice artistica Silvia Biasini ha pensato ad una stagione nuova e ricca di policromie: 5 eventi, 5 formazioni corali, 3 luoghi, tutti con peculiarità ben distinte.

L’unicità della stagione risiede nel fatto che in tutti i concerti viene data centralità alla voce umana nel contesto corale così come si è evoluta nel corso della storia. Il lavoro di continua ricerca critico e scrupoloso effettuato dalla direzione artistica, rende il programma di questa stagione estremamente particolare: le opere in programma insolite e di alto spessore permettono la fruibilità della cultura anche al pubblico meno esperto, ma curioso.

Una grande novità della VI edizione è la collaborazione con il Conservatorio B. Maderna di Cesena, l’ensemble Armonie Bizantine di Ravenna, la cooperativa Emilia Romagna Concerti, la Corale Discàntica di Marcaria (MN) e l’Accademia Corale Teleion di Poggio Rusco (MN).

Il progetto denota come sempre una grande valenza sociale, ‘concerti per tutti’, grandi e piccini, addetti ai lavori e non. Alla guida di tutto c’è sempre l’Accademia MusiCæsena e il direttore artistico Silvia Biasini che ha da anni il compito di formare, coordinare e dirigere il coro cesenate, il Gruppo Vocale di recente formazione e il coro di voci bianche InCoro: formazioni che stanno conoscendo successi sempre crescenti dentro e fuori il territorio, e saranno anche quest’anno vere protagoniste della Stagione di Suoni e Colori.

Le location scelte in base alla tipologia dei concerti, saranno le Chiese di S. Domenico e S. Egidio per i repertori sacri e Palazzo Ghini per quelli profani.

Pathos, talento, emozione: gli elementi per fare breccia nel cuore del pubblico non mancano.

Grazie all’impegno di tutti, ognuna delle serate della Rassegna sarà anche quest’anno ad ingresso gratuito, in linea con l’idea originaria di questo progetto, che vuol essere aperto al pubblico, libero e fruibile, come la Cultura stessa, del resto, dovrebbe essere.